BISCOTTI E MIGNONS

I CANESTRELLI

 

Premesso che sono un tipo di biscotti che AMO di più in assoluto, e premesso che mi sono sempre chiesta quale fosse il loro segreto di bontà, e premesso che dopo che ne mangio uno mi dimentico dei buoni propositi di provare a farli da me (sono così buoni da togliere l’attenzione diciamo la verità ihihihihihi), questo nuovo “scambio di ricette” è stata un’occasione d’oro per provare a prepararli sfidando le loro insidie di biscotti tentatori !!! Devo dire che il risultato è stato sbalorditivo ed oltretutto non sono nemmeno complicati da fare! Sarà che il suo blog è così carino da sentircisi a casa, sarà che la ricetta mi ha ispirata sin da subito, sarà che Terry ed il suo blog i pasticci di terry sono stati una finestra sul mondo di questa donna così forte da riuscire a vincere una malattia di quelle che quando ti vengono te la fai sotto, o sarà perchè doveva semplicemente andare così alla fine la sua storia ed i suoi biscotti hanno vinto! Quindi, dolce amica, ti ringrazio per la ricetta super buona e della tua grande ironia, sei una donna davvero forte, continua così !!!

CANESTRELLI DI TERRY – per 30 biscotti circa

INGREDIENTI:

  • 3 tuorli sodi
  • 125 g di farina 00
  • 125 g di fecola di patate (o amido di mais)
  • 150 g di burro
  • 75 g di zucchero a velo
  • i semini di una bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo per decorare

COME REALIZZARLI:

  1. Cuocere le uova sode, lasciarle raffreddare e sbucciarle delicatamente prelevando solo il tuorlo o, come lo chiama il mio ometto di tre anni, “il rosso”, schiacciandolo con una forchetta.
  2. In planetaria o in una ciotola, unire la farina, la fecola (o l’amido di mais), lo zucchero a velo, il pizzico di sale, la vaniglia, le uova sode e mescolando bene.
  3. A questo punto, aggiungere il burro a pezzetti ed impastare velocemente fino a ottenere un panetto sodo e non appiccicoso. Mettere in frigo, coperto da pellicola per almeno un’ ora.

 

E allora, godiamoceli tutti con una tazza di buon caffè e due chiacchiere in compagnia o anche soli, perchè no …  !

Grazie della  ricetta cara Terry !